YES YES YES REVOLUTIONARY PRESS IN ITALY ’66-’77 – Fernando De Filippi, Pablo Echaurren, Ugo La Pietra, Gianni Emilio Simonetti
13.06-2019 - 28.09.2019

LOGO-YYYY-ROMA

A continuazione della ricerca internazionale Yes Yes Yes alternative press, Colli ospita la scena italiana della stampa rivoluzionaria italiana dal ’66 al ’77. Il percorso raccoglie tutte le anime editoriali da quelle di lotta ideologica a quella indipendente, a quella contro-culturale e artistica in un incrocio che propone una unica ala creativa e di immaginazione sociale. La situazione italiana di quel periodo tratteggia un panorama di correnti, movimenti, azioni politico-estetiche molto articolato: Beat, Provotariato, Situazionismo, Agitazione e lotta politica, Contro-cultura, Contro-progetto, Femminismo, Lotta poetica, Proletariato, Rifiuto del lavoro, Festa e rivoluzione totale, Post-situazionismo e neo-dada, Punk, Movimento ’77. Alle scariche del “No” e dei “contro” si oppongono i “lampi d’amore”, i fogli radicali e creativi, le forme artistiche, di impegno ed avventura situazionista. Gli artisti in mostra protagonisti di quella era editoriale sono Fernando De Filippi, Pablo Echaurren, Ugo La Pietra e Gianni Emilio Simonetti che con lavori “storici” allineati a quelle date rileggono quella retorica e quell’impegno tipografico attraverso l’opera d’arte e il documento stampato.
Le riviste, che saranno allestite infatti “a contatto” con le opere, sono state selezionate per sottolineare sezioni, combinazioni ed influenze: A. Rivista Anarchica, A/Traverso, Brera Flash, Bandiera Rossa, Cannibale, Carta Stampata, Cerchio Magico, Che fare, Cia Book Book, Come in Germania?, Comontismo, Dalle Cantine Frocie, Fallo!, Frankenstein, Fuck, Fuori!, Hemicromis, Get Ready, King Kong International, Inpiù, Insurrezione, L’uno, La rivoluzione, Le Operaie Della Casa, L’erba voglio, Limenetijena, Le Streghe, Lotta Continua, Lotta Femminista, Mo’ Che Il Tempo S’avvicina, Mondo Beat, No, Oask?!, Pantere Bianche, Paria, Potere Operaio, Puzz, Re Nudo, Roman High Roma Sotto, Rosso, Salvo imprevisti, Sex-pol, Una tazza di the, Viola, Vogliamo tutto, Wow, Zut.
All’interno programma espositivo verrà presentato la pubblicazione-catalogo della mostra YES YES YES REVOLUTIONARY PRESS IN ITALY, ’66-’77 from Mondo Beat to Zut, editato da Viaindustriae publishing, a+mbookstore con Colli publishing platform. VAI AL LIBRO

IMG_9258IMG_9265 1-YYYY-mIMG_9266

LUCA PUCCI – PALMARES
12.06.2015 - 30.07.2015

p

COLLI independent art gallery presenta due eventi complementari, allestiti sui due livelli dello spazio. Al piano terra la mostra Palmarès di Luca Pucci, prima project room del programma dedicato agli artisti emergenti che attraverso una residenza di ricerca a Roma stabiliscono una relazione con la città, intesa come territorio culturale e di indagine. Con Palmarès, Luca Pucci chiude una ricerca triennale dal titolo Sportification, comunità, agonismi e giochi senza frontiere che lo ha portato a svolgere altre 5 residenze internazionali di tipo performativo. A Roma l’artista, in collaborazione con Cecilia Casorati, propone un approfondimento sul tema dell’invasione di campo, azione “anti-sportiva” ma di alto tenore agonistico che prende la scena inesorabilmente, fa en plein dell’audience. Pucci ha selezionato da un ampio palmarès di imprese di questo tipo, un paniere che unisce il mondo sportivo della AS Roma alle azioni spettacolari del movimento degli Indiani Metropolitani. L’azione pensata dall’artista si compone di due parti: una vera invasione di campo realizzata e documentata durante la partita di calcio Roma-Palermo del 31 maggio ed una intromissione nella mostra in corso YES YES YES alternative press, estendendola e prorogandola al territorio della esoeditoria romana degli anni ’70 con l’esposizione di raro materiale documentativo rintracciato grazie alla collaborazione dell’artista Pablo Echaurren, protagonista dell’area creativa del Movimento 77. Intorno a questo repertorio storicizzato Luca Pucci abbina una installazione artistica mixed-media che restituisce e traduce le sue ricerche-azioni. Nella stessa inaugurazione, al piano underground, verrà presentato il libro YES YES YES alternative press attraverso un project-book, ossia un display in grado di raccontare e sfogliarne le pagine. Il corposo e importante catalogo è frutto di una lunga ricerca sulla stampa alternativa europea ed americana denominata 66-77 from Provo to Punk che raccoglie un’ampia iconografia estratta da circa 500 riviste e importanti contributi dei protagonisti della storica scena alternativa tra i quali James Herod, David Goines, Steven Heller, Melchiorre Gerbino, Coen Tasman, Matteo Guarnaccia, Trina Robbins, Gianni Emilio Simonetti, John Wilcock.

pucci6_webpucci8_webpucci7_webpucci9_webpucci2_webpucci3_webpucci_web1